• Allevamento Amatoriale di Pappagalli a Roma - Seguimi su Facebook " Allevamento La Piuma "
You Are Here: Home » Allevare le Quaglie » Come far riprodurre le Quaglie: Condizioni Ideali per l’Allevamento

Come far riprodurre le Quaglie: Condizioni Ideali per l’Allevamento

Come far riprodurre le Quaglie: Condizioni Ideali per l’Allevamento





Un problema molto noto a noi allevatori di quaglie, è la riproduzione… Come fa riprodurre le Quaglie? Mi arrivano svariate e-mail riguardo questo argomento, quindi ho deciso di buttare giù qualche riga, mettendo insieme le risposte che ho dato alle vostre domande.
Innanzitutto partiamo dalla base: La quaglia. Abbiamo spiegato in vari articoli il suo carattere, e come distinguere il maschio dalla femmina. L’animale deve essere in salute, non deve presentarsi sedentario e isolato, con penne arruffate e coda abbassata.
Una quaglia inizia a deporre uova ad appena 35 – 40 gg di età e continua a deporre indipendentemente dalla stagione fino a circa 300 uova all’anno. Le uova sono di colore molto diverso tra loro, con presenza di macchie marroni irregolari sul guscio e pesano circa 10 g. La produzione ininterrotta è legata al fatto che la quaglia non cova e che la muta delle penne in genere non avviene ma, se si verifica, non si associa ad un arresto della produzione diovan 160 mg.
Iniziamo ora con i problemi legati ad una quaglia che non cova. Ne elencherò tre, che secondo me sono quelli fondamentali:

  1. Rapporto di maschi/femmine, ogni maschio presente in voliera deve avere almeno 3 femmine a sua disposizione. La quaglia maschio è aggressivo, e cercherà CONTINUAMENTE di accoppiarsi, di pizzicare la femmina in testa e salirgli sopra per accoppiarsi, e se fossero in abbondanza maschi, litigherebbero di continuo e la femmina verrebbe stressata a tal punto da morire.
  2.  La voliera e l’habitat. Le quaglie sono animali che si disturbano facilmente, se entriamo spesso, ma convivono benissimo con altri volatili ( es. pappagalli ). Ci sono vari metodi di allevamento, io uso quello a terra, dentro la voliera perchè è più naturale secondo me. Per un buon allevamento, dobbiamo riprodurre all’interno della voliera il loro habitat. Io ad esempio, ho una voliera di 4 metri per 2, nella prima metà di voliera, cè della terra fresca dove loro amano razzolare e cercare i semini che dall’alto i pappagalli gettano in terra, e amano scavarsi delle piccole fosse per farsi il bagno di terra. nella seconda metà ho piantato delle piante di bambù nane, molto fitte, e le ho riempite sia sotto, che nel centro e sopra di fieno, in modo da creare un ambiente altamente riservato ( amato anche dai pappagalli che  mangiano il bambù continuamente tenendole basse ). Personalmente non ho mai lasciato covare naturalmente le mie quaglie, ma ho sempre preso le uova e le ho incubate nell’incubatrice ( mod. BOROTTO ), ma l’habitat è ideale e il rapporto di maschi perfetto ( 10 femmine x 3 maschi ).
  3. L’alimentazione corretta. Anche su questo tema avevo fatto un articolo apposito presente sul sito, ma ne riparlerò brevemente. La quaglia per essere in salute e in seguito covare, ha bisogno di un’alimentazione ricca e varia. Io do da mangiare alle mie, mangime ovaiolo ( quello per le galline ricco di proteine ) abbinato a insalata e verdure che scarto da casa, erba fresca,  e loro integrano a tutto questo, mangime per parrocchetti, sementi e piccoli animali che trovano in terra.

Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te sul nuovo portale Iltrespolo.Com !
Ti aspettiamo sulla  Pagina Facebook  e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!





Comments (7)

  • Francesco86

    Grazie per questi consigli!!! Ho cercato svariato tempo su internet ma sulle quaglie si trova poco e con contenuti spesso grossolani e incoerenti!! Anche io ti avevo scritto settimana fa riguardo a come allestire una voliera perfetta e prenderò spunto dalla tua che mi sembra molto originale e naturale!!
    Grazie continuate così!!!

  • giancarlo monti

    Salve mi chiamo Giancarlo ho 15 quglie che ho messo il 7 novenbre 2012 e fino ha oggi mi hanno fatto 82 uova e 22 le ho incubate sciudendosi 10 pero e sorto un problema dopo averle tolte dall incubatrice le ho messe sotto la lampada a infrarossi e erano belle vivaci e beccavano bevevano erano belle arzille da 10 ne sono rimaste 3 sapete dirmi perchè ho sbagliato qualcosa e la mia prima esperienza far nascere pulicini attendo risposta nella mia mail montigianca@gmail.com grazie cordiali saluli

    • LaPiuma

      Ciao Giancarlo, ti invito su http://www.facebook.com/allevamentolapiuma, magari la tua domanda puo servire ad altri utenti!! Comunque per rispondere alla tua domanda avrei bisogno di ulteriori dettagli, come la distanza della luce ad infrarossi da terra, la temperatura ed il luogo dove le hai messe, quanto è stata accesa la lampada e se i genitori sono consanguinei ( fratelli ), comunque le quaglie sono animali delicatissimi, un piccolo errore e muoiono una dietro l’altra. Aspettiamo la tua risposta così da poterti consigliare meglio. Lo staff di Allevamentolapiuma.it

  • giovanna

    buona sera….volevo gentilmente sapere come si distingue il maschio dalla femmina !!!! grazie mille !!!

  • santi

    santi38
    ho delle quaglie 5 femmine e un maschio ho iniziato 3 mmesi fa all’inizio mi anno fatto 12 13 e niente li curo come prima, il maschio li perseguita e li pichia in testa ,e normale cosi? qualcuno mi dice che sono vicino al torrenre ed e un po freddo, può essere la causa, le do ovaiole erbe insalata , per me stanno bene , la gabia e cn 50×200 e 60 in altezza ,una sua opinione mi farebbe piacere grazie.

    • LaPiuma

      Buonasera Santi38,
      La voliera ideale per un gruppo di quaglie è circa 2m X 2m, dove possono svolazzare, e scappare quando ci sono eventuali lotte tra maschi o accoppiamenti. Anche il rapporto è un pò sbagliato, per ogni maschio ci vogliono 3 femmine, quindi ti conviene acquistare un altra femmina ed un altro maschio così avrai un rapporto “giusto”. Curerei anche un pò di più l’alimentazione, evitando il mangime ovaiolo e dando il mangime primo periodo o un buon misto polli o spezzato aggiungendo anche insalata e verdure miste. Come ti dicevano, influisce moltissimo la temperatura col fatto delle deposizioni delle uova, infatti con l’avvicinarsi del freddo e con il calo delle temperature le quaglie, come anche molte altre specie, si fermano. Facci sapere, se vuoi proseguire il discorso, vienici a trovare su FaceBook!

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

© 2017 Powered By IlTrespolo

Questo sito web utilizza cookies, anche di terze parti, continuando la navigazione accetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Scroll to top