• Allevamento Amatoriale di Pappagalli a Roma - Seguimi su Facebook " Allevamento La Piuma "
You Are Here: Home » Cosa Allevo » Il Diamantino Mandarino o “Taeniopygia guttata”

Il Diamantino Mandarino o “Taeniopygia guttata”

Il Diamantino Mandarino o “Taeniopygia guttata”






Il diamantino mandarino è uno degli uccellini più richiesti per la sua vivacità, semplicità di allevamento e canto allegro.
Questo simpatico uccellino è originario delle zone umide della savana e dell’Australia, popola corsi d’acqua e foreste, fu portato in Italia all’inizio dell’800. Vive mediamente 8 anni, in una temperatura adatta che va dai 5 ai 30 gradi. Tuttavia può resistere, se ben coperto e lontano da correnti di aria, anche a temperature vicine allo zero.
E’ lungo circa 10/12 centimetri, ha un carattere molto socievole ed un canto come detto prima, che mette allegria e non stanno fermi un attimo, amano saltare da un posatoio all’altro, andare a razzolare a terra per poi volare mettendo allegria per i loro colori, il loro canto a trombetta e la loro vivacità.
Possiamo riconoscere il sesso di questo uccellino principalmente dal becco,  rosso acceso nel maschio, mentre la femmina presenta un colore arancione chiaro, anche i marchi sulle guance ci aiuteranno a distinguere il sesso, allego una foto per far chiarezza:


Il diamantino mandarino essendo un uccellino piccolo potrebbe essere messo in gabbie anche molto piccole, ve lo sconsiglio in quanto essendo vivace, è meglio dargli spazio per saltellare dal fondo ai posatoi e muoversi un pochetto. Personalmente li tengo nelle gabbie da 65 o 55cm, anche se potrete godervi questi uccellini in ampie voliere, creando delle colonie meravigliose piene di canti e colori.
Come alimentazione daremo al nostro piccolo diamantino mandarino la miscela per esotici variandone la dieta con frutta e verdure che ama, sali minerali come osso di seppia e grit, pastoncino all’uovo, secco o morbido, prima e dopo il periodo riproduttivo.
Per la riproduzione consiglio di mettere il nido superato l’anno di età, i nidi sono piccole casette in legno, oppure si può optare per nidi in plastica progettati per loro, sconsigliati quelli a pera in vimini perchè troppo stretti ed angusti. Acquisteremo anche un pò di materiale per l’imbottitura ( JUTA ) che sistemeremo nei contenitori appositi, poi penseranno loro al resto imbottendo il nido e deponendo le prime uova. Si riproduce facilmente, deponendo una media di 4-5 uova che coveranno per soli 15 giorni.  Possiamo definire cresciuti i pulli dopo 3 mesi, ed usciranno dal nido dopo 3/4 settimane di età. Un uccellino meraviglioso, da tenere anche in casa, ve lo consiglio 😀

Vuoi approfondire questo argomento? Parlane con altri appassionati come te!
Ti aspettiamo sulla  Pagina Facebook  e sul Profilo Twitter, vienici a trovare!




Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

© 2017 Powered By IlTrespolo

Questo sito web utilizza cookies, anche di terze parti, continuando la navigazione accetti il loro utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Scroll to top